Presentazione

Nella seduta del Consiglio di Facoltà del 28/06/1990, contestualmente alla richiesta di istituzione dei Dipartimenti, la Facoltà di Ingegneria avanzava la richiesta di attivazione del “Centro Didattico di Ingegneria”, ridenominando il già esistente “Laboratorio Didattico e di Ricerca per l’Ingegneria”.

L’idea alla base della proposta era che a fronte di esigenze di servizi per la didattica comuni ai vari Corsi di Studio e Dipartimenti, la condivisione delle risorse e una gestione coordinata dei servizi consentiva una razionalizzazione più efficace ed efficiente dell’attività di supporto alla didattica, rispetto alla parcelizzazione delle risorse ed all’erogazione autonoma dei servizi: la realizzazione di un’opportuna “massa critica” permetteva di convogliare le risorse necessarie alla realizzazione di servizi altrimenti non realizzabili da singoli Dipartimenti o da singoli Corsi di Studio, generando una sorta di “valore aggiunto”. Fin dalla sua nascita i “Compiti del CEDI sono la gestione e l’organizzazione tecnica e lo sviluppo dei servizi connessi all’attività didattica di base e il coordinamento del personale non docente ad esso afferente”.

La validità di quell’idea venne confermata negli anni successivi, nei quali, parallelamente e conseguentemente allo sviluppo della Facoltà, si assistette ad un analogo sviluppo della quantità e della qualità servizi erogati a studenti e docenti.

Nacque la convinzione che l’attività del CEDI fosse tipicizzabile e suscettibile di un approccio sistematico. L’attenzione rivolta ai “requisiti” dell’utenza, l’importanza di un impiego efficiente delle risorse, la necessità di mantenere nel tempo standard di servizio “conformi” a tali requisiti si tradussero naturalmente in un approccio alla Qualità Totale: dall’idea di evidenziare la propria attività attraverso la pubblicazione di una “carta dei servizi”, partì quel percorso di certificazione di qualità che portò il CEDI ad ottenere nel 2001 il certicato di conformità allo standard ISO9001:2000 per “progettazione e gestione di servizi di supporto alla didattica dell’Università degli Studi di Parma”, collocandosi come prima struttura dell’Ateneo a raggiungere questo risultato, e tra le prime strutture universitarie italiane.

27 ottobre 2016 15:28 Direzione
Share this